LA MORTE CORRE SUL FIUME

Lascia un commento

28 gennaio 2014 di cinemadegenere2014

LA MORTE CORRE SUL FIUME

USA 1955

Regia: Charles Laughton

Interpreti principali: Robert Mitchum, Shelley Winters, Lillian Gish, Jeames Gleason.

Primo e unico film diretto da Charles Laughton, è una favola nera che getta uno sguardo impietoso sulla condizione umana. Alla sua uscita passò praticamente inosservato, l’insuccesso commerciale fu tanto schiacciante da far terminare la neonata carriera di regista di Laughton.
Il film narra le vicende di un sedicente predicatore, il reverendo Harry Powell, interpretato magistralmente da un Robert Mitchum in forma smagliante, il quale subito

Robert Mitchum interpreta il reverendo Powell. Sulle dita della mano destra è tatuata la parola LOVE, mentre su quelle della mano sinistra è tatuata la parola HATE

Robert Mitchum interpreta il reverendo Powell. Sulle dita della mano destra è tatuata la parola LOVE, mentre su quelle della mano sinistra è tatuata la parola HATE

dopo essere uscito di prigione, si mette alla ricerca della vedova di un suo compagno di cella giustiziato per rapina e duplice omicidio. Il carcerato infatti, prima di essere arrestato, aveva nascosto il bottino della rapina e aveva rivelato il nascondiglio solamente a suo figlio. Powell vuole quindi entrare nelle grazie della vedova per riuscire a trovare il denaro nascosto.
Usando il suo fascino riesce a irretire la vedova, Willa, cui da il volto Shelley Winters, e a sposrala. I due figli della donna però non hanno in simpatia Powell che non riesce a convincerli a rivelargli l’informazione che cerca. Willa nel frattempo scopre il piano del nuovo marito e questi la uccide per non correre il rischio di essere denunciato. Dopo la scomparsa della mamma i due bambini scappano per salvarsi dall’ira del reverendo, che intanto è riuscito a farsi rivelare il nascondiglio. I due piccoli salpano a bordo di una barchetta sul fiume, portando con sé il bottino, inseguiti da Powell. La situazione sarà poi risolta da Rachel Cooper, interpretata da Lillian Gish, una vecchia regina del cinema muto che lavorò con D.W. Gifitth nel suo famosissimo “The Birth of a Nation” .
La pellicola è una piccola festa per gli occhi.
Il cadavere di Willa in fondo al fiumeIndimenticabile la scena del ritrovamento del cadavere di Willa. Il corpo è in fondo al fiume e i capelli fluttuano nelle acque, simili a lunghe e sinuose alghe. Molto bella, anche se ora sembra un po’ datata, la scena del tragitto della barca sul fiume, che incontra, lungo il suo cammino, una lunga serie di animali. Trovo molto interessante questo dettaglio, perché riconduce visivamente al dettaglio che il regista voleva sottolineare, la dimensione fiabesca della fuga dei bambini, quasi novelli Hansel e Gretel.

Willa
Il personaggio di Powell è sicuramente una chiara critica al fanatismo religioso del sud degli Stati Uniti. Fanatismo che spesso riesce a mascherare con un velo di rispettabilità anche persone depravate. La povera Willa non è infatti la prima vittima del reverendo. L’incipit del film mostra come il “buon pastore” abbia commesso altri delitti e, rivolgendosi a Dio gli domanda quale sarà la prossima, non ricordando con precisione nemmeno il numero esatto delle vedove uccise fino a quel momento. Nel suo discorso con Dio Powell Afferma che al signore non importa se lui uccide delle persone poiché la Bibbia è piena di uccisione, mentre invece non sopporta la lascivia e le persone profumate. Grande momento di cinema che getta un occhio impietoso sul “cattivo” del film.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: