IL RITORNO DEI MORTI VIVENTI

2

1 febbraio 2014 di cinemadegenere2014

IL RITORNO DEI MORTI VIVENTI

USA 1985
Regia: Dan O’ Bannon

Interpreti principali: Clu Gulager, James Karen, Don Calfa, Linnea Quigley.

All’interno di un deposito di forniture sanitarie, per un disguido burocratico, giace dimenticato un container all’interno del quale “riposa” uno zombi. Freddy, uno dei

Lo zombi conservato nel container dopo il suo risveglio.

Lo zombi conservato nel container dopo il suo risveglio.

vecchi impiegati, mostra a Frank, giovane ragazzo al suo primo giorno di lavoro, l’inquietante reperto. Per un disgraziato caso il container si apre, lasciando fuoriuscire gas venefici che fanno svenire i due malcapitati. Al loro risveglio scoprono che un cadavere, destinato ad un obitorio, è resuscitato a seguito dell’esposizione ai fumi di cui sopra. Al termine di una lunga lotta i due fanno a pezzi la creatura che, pur squartata, continua a dibattere le proprie membra e convincono il recalcitrante impresario di pompe funebri che ha il forno crematorio in un vicino cimitero a cremare i “mobili resti”. La nube di polveri provocata dalla cremazione fa

L'impresario delle pompe funebri.

L’impresario delle pompe funebri.

risvegliare tutti i morti del cimitero nel quale si erano accampati alcuni ragazzi che

Gli amici di Frank entrano nel cimitero

Gli amici di Frank entrano nel cimitero

attendevano all’uscita dal lavoro il loro amico Frank, appena assunto al magazzino. Inizia così la lotta per la sopravvivenza.

Film scoppiettante e dal ritmo serratissimo, “Il ritorno dei morti viventi” è stato il diretto avversario de “Il giorno dei morti viventi” di George A. Romero e lo ha sbaragliato al botteghino. Il segreto del successo del film di O’ Bannon è sicuramente il fatto che questo sia un prodotto più commerciale rispetto alla cupa e visionaria pellicola del “papà” degli zombi moderni. Il regista, già sceneggiatore di “Alien”, ha deciso di non focalizzare la propria attenzione su aspetti di critica sociale; confezionando, invece, una buona pellicola di intrattenimento e con grandi dosi di spettacolarità, sicuramente più adatte, rispetto alla più formale pellicola di Romero, ai gusti del pubblico della metà degli anni ottanta. A differenza degli zombi romeriani i morti viventi di O’ Bannon sono estremamente dinamici e conservano una qualche forma di intelligenza, sia individuale, sia collettiva. Riescono, infatti, a unirsi in gruppo per attaccare e tendere agguati alle malcapitate vittime. Altra differenza rispetto ai non-morti convenzionali è che questi, anche se colpiti al cervello e fatti a pezzi non muoiono, ma devono essere ridotti in cenere. Molto interessante è la scena in cui uno dei non-morti parla con i viventi, spiegando che sono affamati di cervelli umani poiché quella è l’unica cosa che riesce a soffocare il dolore lancinante che provano.

La zombi parla con i vivi

La zombi parla con i vivi

Un tocco di originalità viene fornita anche dal fatto che due personaggi del film passano dalla vita “vera” alla vita da zombi, senza accorgersene, quasi come se la morte fosse stata un breve sonno, mantenendo la parola e la propria personalità fino a quando non insorge il dolore che spinge i morti a nutrirsi dei vivi.
Personalmente sono più affezionato ai film di Romero, soprattutto perché portano in scena, utilizzando metodi non convenzionali, importanti tematiche di natura sociale e perché trovo che la mano di Romero, nei film di zombi sia impareggiabile. “Il ritorno dei morti viventi” è, comunque un film godibilissimo e che ha più di uno spunto interessante.
L’unica nota amara in questo filme per il resto rutilante e molto accattivante, è il finale, che però, come mia abitudine, non vi svelerò.
Il film di O’ Bannon deve comunque molto alla saga dei non morti del regista italo-americano; quando Freddy parla del container nascosto dice espressamente che è uno degli zombi che avevano avuto a che fare con l’incidente accaduto nel centro commerciale, chiaro riferimento a “Zombi” di George Romero.
Buona visione!

Annunci

2 thoughts on “IL RITORNO DEI MORTI VIVENTI

  1. lupokatttivo ha detto:

    Uno dei migliori zombie movie di sempre, concordo. Ottimo post. Mi sto divorando il tuo blog 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: