GUARDATO A VISTA

29

20 marzo 2016 di cinemadegenere2014

GUARDATO A VISTA

FR – 1981

Regia: Claude Miller

Interpreti principali: Lino Ventura, Michel Serrault, Romy Schneider.

E’ la notte di San Silvestro, siamo in un piccola città della Normndia. Piove a dirotto e poche ore prima è stato trovato il cadavere di una bambina; la piccola è stata violentata e uccisa. Si tratta del secondo caso in poche settimane.

Lino Ventura interpreta l'ispettore Gallien

Lino Ventura interpreta l’ispettore Gallien

Le indagini sono affidate all’Ispettore Antoine Gallien che, per tutti i motivi descritti sopra, è vagamente incazzato. La prima persona ad essere interrogata è Jerome Martinaud, noto ed influente notaio della città, colui che ha ritrovato il cadavere della bimba. Tra i due si instaura immediatamente un clima di tensione. Entrambi sono infastiditi dai modi dell’altro e l’ispettore non riesce a tollerare la protervia dell’interrogato. Il duello tra i due è magistralmente reso dagli interpreti: Lino Ventura da volto e corpo a un poliziotto che ne ha viste troppe, è stanco delle bassezze umane, ma non è ancora domo. Michel Serrault interpreta, invece, il notaio, conferendo al proprio personaggio un carattere insopportabilmente snob e una personalità fragile e complessa, pronta ad esplodere o a implodere in qualunque momento. La tensione cresce ulteiormente quando il notaio entra in contraddizione con sé stesso: alcune sue dichiarazioni non sono verificabili e alcuni elementi lo mettono in rapporto con entrambe le scene del crimine.

Un momento dell'interrogatorio

Un momento dell’interrogatorio

L’ispettore incalza di domande il notaio e con il proseguire dellinteroogatorio si scopre che sotto la patina borghese che ammanta la vita di Jerome si annida un groviglio di serpi pronte a mordere. Il matrimonio del professionista è un unione infelice sul punto di andare in pezzi: la moglie di lui, una strepitosa Romy Schneider, lo considera una persona insopportabile, opinione che accomuna la maggior parte delle persone che sono costrette ad avere a che fare con Jerome. Il notaio non riesce a dirimere i dubbi che si annidano nella mente dell’ispettore e, anzi, ogni sua risposta sembra spingerlo sempre più verso il baratro. Chantal Martinaud, la moglie di Jerome, si presenta in commissariato e, sentita dall’ispettore Gallien, fa “esplodere la bomba“: la donna, infatti, non solo conferma il fatto che reputi il proprio marito come una persona insopportbile, ma aggiunge che Jerome da qualche tempo nutre un interesse morboso per la figlia di una coppia di amici. L’oggetto del desiderio di Jerome ha la stessa età delle ambine trovate cadavere. La vicenda si complica e dovranno accadere ancora innumerevoli fatti, prima

La signora Martinaud a coloquio con l'ispettore

La signora Martinaud a coloquio con l’ispettore

che quella maledetta notte di san Silvestro possa dirsi conclusa.
Il film si svolge tutto all’interno dell’ufficio di Gallien, poche scene illustrative mostrno alcuni dettagli dei crimini. L’unità di luogo, però, invece di appensatire la rappresentazione la rende ancora più scorrevole. La bravura del regista e la magnificenza degli interpreti ci presentano, infatti, un duello psicologico e verbale talmente raffinato e credibile che ogni elemento estraneo agli intepreti principali del dramma, sembrerebbe inopportuno. Le personalità dei tre protagonisti sono, ognuna a proprio modo, talmente ingombranti, da non lasciare spazio ad elementi esterni. Tra i tre si svolge un duello fatto di sottigliezze psicologiche, brutalità, omissioni e reticenze.
La complessità psicologica dei protagonisti è resa con impareggiabile talento dagli interpreti, come detto in precedenza la triade Ventura/Serrault/Schneider è semplicemente perfetta.
Non aggiungo altro perchè temo che ogni mia parola superflua potrebbe rovinarvi la visione di quello che, a mio modesterrimo parere, è uno dei più grandi films degli anni ’80.
Buonissima visione!

Annunci

29 thoughts on “GUARDATO A VISTA

  1. Non guardo molti gialli, anzi, come ho scritto ieri, guardo pochissimi film ormai purtroppo, però questo sembra meritare. Ci penserò 🙂

  2. ysingrinus ha detto:

    Ricordo suoi averlo visto, ma è un ricordo confuso e vago. Leggendo il tuo articolo mi vengono in mente i ricordi.

  3. vikibaum ha detto:

    io l’ho visto l’anno scorso..ma non dico nulla…merita, lei è incredibilmente brava…mi pare che dopo un altro film si suicidò…altro che di tenebra quel letto…ciaooo ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: